Basso elettrico

Obiettivi formativi

Al termine degli studi relativi al Diploma Accademico di primo livello in BASSO ELETTRICO, gli studenti devono aver acquisito competenze tecniche e culturali specifiche tali da consentire loro di realizzare concretamente la propria idea artistica. A tal fine sarà dato particolare rilievo allo studio del repertorio più rappresentativo dello strumento – incluso quello d’insieme e quello dell’accompagnamento pianistico – e delle relative prassi esecutive, anche con la finalità di sviluppare la capacità dello studente di interagire all’interno di gruppi musicali diversamente composti. Tali obiettivi dovranno essere raggiunti anche favorendo lo sviluppo della capacità percettiva dell’udito e di memorizzazione e con l’acquisizione di specifiche conoscenze relative ai modelli organizzativi, compositivi ed analitici della musica ed alle loro interazioni.
Specifica cura dovrà essere dedicata all’acquisizione di adeguate tecniche di controllo posturale ed emozionale.
Al termine del Triennio gli studenti devono aver acquisito una conoscenza approfondita degli aspetti stilistici, storici ed estetici generali relativi al proprio specifico indirizzo e adeguate competenze nell’ambito dell’improvvisazione.
È obiettivo formativo del corso anche l’acquisizione di adeguate competenze nel campo dell’informatica musicale nonché quelle relative ad una seconda lingua comunitaria.

Prospettive occupazionali

Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:

– strumentista solista jazz e popular
– strumentista in gruppi jazz e popular
– strumentista in formazioni orchestrali jazz e popular

https://www.conservatoriovenezia.eu/wp-content/uploads/2024/03/basso-elettrico.jpeg

Consulta le informazioni del corso

Programma di studio

FORMAZIONE DI BASE

COMJ/09 – Pianoforte jazz

  • Pianoforte per strumenti e canto jazz I
  • Pianoforte per strumenti e canto jazz II
  • Pianoforte per strumenti e canto jazz III

CODM/04 – Storia della musica

CODM/06 – Storia del jazz, delle musiche improvvisate e audiotattili

  • Analisi delle forme compositive e performative del jazz
  • Storia del jazz I
  • Storia del jazz II

COTP/06 – Teoria, ritmica e percezione musicale

  • Lettura cantata, intonazione e ritmica
  • Semiografia della musica contemporanea per jazz
  • Formazione dell’orecchio (ear training) per jazz I
  • Formazione dell’orecchio (ear training) per jazz II
CARATTERIZZANTI

COMJ/01 – Basso elettrico

  • Prassi esecutive e repertori I
  • Prassi esecutive e repertori II
  • Prassi esecutive e repertori III
  • Tecniche di lettura estemporanea-basso elettrico I
  • Tecniche di lettura estemporanea-basso elettrico II
  • Fondamenti di storia e tecnologia dello strumento-basso elettrico

COMI/06 – Musica d’insieme jazz

  • Prassi esecutive e repertori jazz I
  • Prassi esecutive e repertori jazz II
  • Prassi esecutive e repertori jazz III
  • Interazione creativa per piccola, media e grande formazione I
  • Interazione creativa per piccola, media e grande formazione II
  • Interazione creativa per piccola, media e grande formazione III

COMI/08 – Tecniche di improvvisazione musicale

  • Tecniche di improvvisazione musicale I
  • Tecniche di improvvisazione musicale II
  • Tecniche di improvvisazione musicale III

CODC/04 – Composizione jazz

  • Armonia jazz I
  • Armonia jazz II
  • Tecniche compositive jazz
INTEGRATIVE O AFFINI

COME/04 – Elettroacustica

  • Tecnologie e tecniche della ripresa e della registrazione audio

COMI/01 – Esercitazioni corali

  • Musica d’insieme vocale e repertorio corale per jazz I
  • Musica d’insieme vocale e repertorio corale per jazz II
  • Musica d’insieme vocale e repertorio corale per jazz III

CODM/02 – Etnomusicologia

  • Storia delle musiche extraeuropee
ULTERIORI

COME/05 – Informatica musicale

CODL/02 – Lingua straniera comunitaria

  • Lingua straniera comunitaria I-II

Altre informazioni utili

* Nota bene: il “Regolamento per l’attribuzione dei debiti e il riconoscimento dei crediti formativi per i corsi di diploma accademico di primo e di secondo livello” supera alcuni punti presenti nel Regolamento del corso di studio