Progetti«Le Gittane». Un autografo di Rossini per Barbara e Carlotta Marchisio e presentazione del volume di Paolo Fabbri «Come un baleno rapido: arte e vita di Rossini»

11 Aprile 2024
Giovedì 11 aprile 2024, ore 17.30 – Sala Concerti 
Terzo appuntamento del ciclo di conferenze-concerto “Carta Canta”
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

Il terzo appuntamento del ciclo di conferenze-concerto “Carta Canta”, che intende far conoscere al pubblico le preziosità del patrimonio documentario della Biblioteca “Mario Messinis” del Conservatorio Benedetto Marcello, avrà luogo giovedì 11 aprile nella Sala Concerti del Conservatorio alle ore 17.30 e reca il titolo «Le Gittane». Un autografo di Rossini per Barbara e Carlotta e presentazione del volume di Paolo Fabbri «Come un baleno rapido: arte e vita di Rossini».

L’iniziativa nasce dalla presenza nella biblioteca del Conservatorio di Venezia di una copia manoscritta del duetto per soprano e contralto intitolato Le Gittane e contenuto nei Péchés de vieillesse, che reca la dedica autografa di Gioachino Rossini alle sorelle Carlotta e Barbara Marchisio. Il brano verrà eseguito assieme ad altre musiche della maturità del compositore da allievi del Conservatorio.

Un lungo legame di amicizia legava il compositore pesarese alle celebri sorelle. Carlotta e Barbara arrivarono a Parigi nel 1860, scritturate per le rappresentazioni estive di Semiramide, dove ottennero un successo strepitoso. Trionfarono subito dopo anche nella stagione d’inverno: Barbara nel Trovatore di Giuseppe Verdi e Carlotta nel Guillaume Tell. Una testimonianza riporta che “tutti i sabati liberi esse pranzavano da lui, poi la sera Madame Olimpia Rossini Pélissier le presentava alle elette adunanze che settimanalmente frequentavano il salotto del grande maestro. […] Poi venivano i grandi ricevimenti e il maestro era felice di far cantare le sue beniamine, accompagnando egli stesso a memoria.” Non si può escludere che la copia del manoscritto delle Gittane, che reca la data autografa dell’1° gennaio 1861, sia stata dedicata e regalata alle sorelle Marchisio dal maestro pesarese durante la festa di capodanno del 1861.

Durante la serata verrà presentato al pubblico, con la partecipazione dell’autore in dialogo con la giornalista e critica musicale Elena Filini, l’ultimo volume di Paolo Fabbri dedicato alla “vita-e-opere” di Gioachino Rossini «Come un baleno rapido: arte e vita di Rossini» (LIM). Molto più di una semplice “ricapitolazione”, come la definisce l’autore, il volume, mettendo a disposizione un ricco apparato documentario e raffinate analisi drammaturgico-musicali, affronta l’uomo, l’artista e le sue opere, che riflettono gusti e tendenze culturali del suo tempo, tra eredità dei classici e novità romantiche. L’importante monografia riserva particolare attenzione alla formazione di Rossini, al terreno sul quale egli fondò il proprio stile.

L’appuntamento della rassegna “Carta Canta”, a conclusione della serata, prevederà l’esecuzione del duetto Le Gittane, e di un brano dalla Petite Messe Solennelle, interpretati da Viktorina Kopytina (soprano), Tong Xie (mezzosoprano), Giovanni Tagliente (pianoforte), studenti del Conservatorio Benedetto Marcello.

Nell’occasione verranno esposti l’autografo rossiniano e un ritratto di Barbara Marchisio, opera del pittore veneziano Alessandro Milesi (1856 – 1945).