MasterclassMasterclass VENICE FLUTEFEST 2024 “L’allenamento flautistico e i possibili piani di lavoro” Prof. Fabio Pupillo

20 Aprile 2024
Sabato 20 aprile 2024 – Aula 117
Performance “PADRE, FIGLIO E… PADRINO” alle ore 18:00*

Masterclass aperta a studenti esterni solo in qualità di uditori. Gratuita per gli studenti regolarmente iscritti.

Per ulteriori informazione scrivere alla coordinatrice del progetto prof.ssa Monica Finco finco.monica@conservatoriovenezia.eu

 

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

Per poter iscriversi, gli interessati dovranno inviare richiesta a ufficio.produzione@conservatoriovenezia.eu allegando la ricevuta del pagamento eseguito tramite il portale dei pagamenti PagoPA della Regione Veneto reperibile al seguente link: https://www.conservatoriovenezia.eu/pagopa/
L’eventuale rinuncia alla partecipazione alla Masterclass non comporta il rimborso del versamento effettuato.

QUOTE

La quota prevista per gli esterni uditori è di €40,00

Per informazioni scrivere a ufficio.produzione@conservatoriovenezia.eu

 

Fabio Pupillo

Ha intrapreso lo studio del flauto con il M° G. Bernabò e si è brillantemente diplomato al Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza nella prestigiosa classe della prof.ssa M. Finco. Successivamente si è perfezionato con i maestri R. Guiot, C. Klemm, E. Caroli e P. Wavre. Di fondamentale importanza per la sua formazione musicale è stato l’incontro con il M° G. Pretto.
Ha ricoperto il ruolo di primo flauto nella Giovane Sinfonietta Italiana e ha collaborato con importanti compagini orchestrali tra le quali: Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Filarmonia Veneta di Treviso, Orchestra Sinfonica di Mosca, Orchestra da Camera ‘Lorenzo Da Ponte’, I Solisti Italiani. Inoltre, per dieci anni, ha fatto parte dell’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza ricoprendo tutti i ruoli. Ultimamente ha collaborato, come primo flauto, con l’Orchestra Filarmonica di Torino e l’Orchestra dell’Ente Lirico – Arena di Verona.
Premiato in diversi concorsi flautistici ha altresì registrato per diverse etichette discografiche. Ha eseguito “Soliloquio” di Louis de Pablo trasmesso da Radio Tre Suite e ha collaborato attivamente con molti prestigiosi compositori contemporanei: F. Vacchi, A. Solbiati, N. Campogrande, F. Del Corno, P. Valtinoni, F. Erle, G. Bonato, G. Bernabò, O. Sciortino, R. Vacca, A. Manzoli, P. Corrado, Gabrio Taglietti e molti altri. Il pianista e compositore Matteo Zanetti gli ha dedicato il brano per flauto solo Canto Notturno edito da Armellin di Padova.
Ha partecipato, come primo flauto, alla tournée dell’Orchestra di Venezia in Giappone, suonando in alcune fra le più prestigiose sale da concerto nipponiche.
Nel 2001 ha fondato l’Ensemble Musagète formazione cameristica inserita a pieno titolo nel panorama musicale italiano, realizzando decine di concerti e presentando centinai di programmi diversi (www.ensemblemusagete.it).
Nell’ambito cameristico si è esibito con artisti del calibro di G. Guglielmo, S. Tchakerian, M. Brunello, T. Campagnaro, B. Canino, S. Schilli, D. Roi, G. Pretto e molti altri.
Nel 2003 ha vinto una borsa di studio come ricercatore presso l’Istituto Musica della Fondazione “G. Cini” di Venezia e l’anno successivo si è laureato cum laude all’Università “Ca’ Foscari” di Venezia.
Attualmente è titolare della cattedra di flauto al Liceo Musicale “C. Montanari” di Verona e Direttore Didattico della Scuola Flautistica Internazionale ‘Dentro il Suono’ (www.dentroilsuono.com) che ospita allievi provenienti da tutto il mondo.
Spesso è invitato a tenere corsi e masterclass nei conservatori e nelle accademie italiane e in giuria in concorsi nazionali e internazionali.
Di fondamentale importanza per la sua formazione sono stati gli incontri con Teodora Campagnaro, Bepi De Marzi, Andrea Oliva, Silvano Perlini, Fatima Terzo Bernardi e Milena Vukotic.

*Programma

 

J.S. Bach (1685 – 1750)
Partita BWV 1013 per flauto solo in la minore

G.P. Telemann (1681 – 1767)
Fantasia nr. 2 per flauto solo in la minore

C.P.E. Bach (1744 – 1788)
Sonata H.562 per flauto solo in la minore

 

Foto di Martina Garlato