CollaborazioniConcertiMusiche per la settimana Santa

27 Marzo 2024

Mercoledì 27 marzo 2024, ore 18:00 – Chiesa di Santa Croce a Treviso

Ingresso libero

 

– Comunicato stampa –

Un appuntamento d’eccezione quello in programma mercoledì 27 marzo presso la Chiesa di Santa Croce a Treviso, dedicato alle musiche della Settimana Santa a partire dalla produzione musicale di J. S. Bach, che ci introduce a un mondo profondo, ricco di significati e simbologie.

L’offerta di alcuni spunti di analisi della musica e dei testi delle Cantate Gottes Zeit ist die allerbeste Zeit (Il tempo di Dio è il tempo migliore) e Aus der Tiefen rufe ich, Herr, zu dir (Dal profondo a Te grido, o Signore) permettono di scoprire come J.S. Bach ci parli della sua fede e della presenza di Dio che dà senso e luce ad ogni vicenda umana.

L’ascoltatore è affascinato e accompagnato dentro un’esperienza estetica e spirituale che lo coinvolge interiormente.

Il programma prevede una parte musicale, con l’esecuzione della Cantata BWV 106, Actus Tragicus Gottes Zeit ist die allerbeste Zeit per Soli, Coro e strumenti e della Cantata BWV 131 Aus der Tiefen rufe ich, Herr, zu dir per Soli, Coro e strumenti.

Protagonisti sono: Francesca Falasco (soprano), Erica Zulikha Benato (alto), Alberto Allegrezza (tenore), Alberto Spadarotto (basso) insieme all’Ensemble barocco del Conservatorio di Venezia (Daniele Rotilio, violino – Paolo Faldi, oboe – Annachiara Mondin, Gianvittorio Trevisiol, flauto dolce – Michele Fattori, fagotto – Marcello Alemanno, Carlo Santi, viola da gamba – Alberto Casarin, violone – Sebastiano Franz, organo positivo) e al Coro Iris Ensemble diretto da Marina Malavasi.

 

Il commento ai testi è affidato a Sorella Monica Marighetto, direttrice dell’Ufficio liturgico diocesano.

All’evento, organizzato in collaborazione con il Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, partecipa anche don Stefano Tempesta, vicedirettore dell’Istituto diocesano di Musica Sacra e collaboratore dell’Ufficio liturgico diocesano nella sezione Musica Sacra.

 

Marina Malavasi, dopo il Diploma in Pianoforte e in Musica Corale presso il Conservatorio di Padova, si è perfezionata con Fosco Corti e Giulio Cattin. Ha svolto attività concertistica alla guida del Nuovo Coro Polifonico, dell’Ensemble Dodecantus e del gruppo maschile Speculum Musicae, esibendosi in Italia, Spagna, Belgio, Slovenia, Croazia, Germania. Ha registrato alcuni CD di polifonia rinascimentale in prima esecuzione moderna: Magnificat, Lamentationes Hieremiae di Giovanni Nasco, O stella matutina, Requiem di Costanzo Porta, Da Venezia a Varsavia, conseguendo riconoscimenti internazionali. É fondatrice e direttrice del Coro Iris Ensemble e del Coro di voci bianche Cesare Pollini.  É stata docente di Armonia e Analisi al Conservatorio di Padova e di Rovigo.

 

Il Coro Iris Ensemble svolge attività concertistica a livello nazionale ed europeo. Nato nel 2007 come formazione femminile da camera, si è poi costituito in formazione mista con repertorio rinascimentale e barocco, collaborando con gli organisti Roberto Loreggian e Nicola Lamon. Ha collaborato con varie orchestre e gruppi strumentali: La Pifarescha, Camerata Accademica, La Bottega tartiniana, Orchestra regionale Filarmonia Veneta, Orchestra di Padova e del Veneto, con musiche di Haendel, Albinoni, Vivaldi, Bach, Mozart, Gluck, Beethoven, Bizet, Malipiero. Ha preso parte alle Stagioni liriche dei teatri di Treviso, Rovigo, Padova e Ferrara, con opere di Mozart, Donizetti, Rossini, Bellini. Ha promosso scambi culturali con Cori universitari provenienti da Svizzera, Canada, Stati Uniti, Germania e Spagna, esibendosi a Pirano, Granada e Friburgo.

Soprani Ginevra Brogio, Lucia Cappellari, Francesca Falasco, Anna Macchini, Resi Marcassa, Cecilia Musso, Faranak Raeisi, Carmen Rizzi, Camilla Scappatura, Laura Vedovato; Contralti: Federica Carpanese, Marta Cassutti, Ester Luchetta, Marta Lazzarini, Marianna Musacchio, Laura Paliotto, Beatrice Ponchio, Alice Segato, Lorenza Zanotto. Tenori: Alberto Allegrezza, Guido Bettella, Guido Bombi, Gianfranco Rossetto, Giovanni Zulian.  Bassi: Giovanni Bertoldi, Matteo Boischio, Riccardo Brocadello, Luca Clerici, Giovanni De Matteis, Cristiano Luchetta, Alessandro Paccagnella, Alberto Spadarotto, Claudio Zmarich.

 

Ensemble degli studenti del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Venezia – L’ Ensemble barocco del Conservatorio di Venezia è composto da studenti impegnati nello studio delle prassi esecutive storiche con strumenti d’epoca. Il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia ha acquisito negli anni una consolidata posizione di riferimento a livello nazionale per quanto riguarda la ricerca, lo studio e la produzione del repertorio rinascimentale e barocco, in particolare quello veneziano.  Le scuole di Canto rinascimentale e barocco, Clavicembalo, Fagotto barocco, Flauto dolce, Liuto, Viola da gamba, Violino barocco e Musica d’insieme concorrono nella formazione specialistica e interdisciplinare degli studenti, coinvolgendoli in numerose produzioni musicali nei luoghi e nelle istituzioni più prestigiose di Venezia (Palazzo Ducale, Basilica di San Marco, Museo Correr, Scuole    Grandi di San Rocco, di San Giovanni Evangelista e di San Marco, Scuola dei Carmini, Fondazione Levi, Ordine dei Cavalieri di Malta, Teatro La Fenice) e nella messa in scena di opere teatrali, alcune in prima esecuzione moderna. Molti studenti e diplomati del Dipartimento di Musica Antica sono risultati vincitori di Concorsi nazionali e internazionali e sono già professionalmente avviati alla carriera concertistica, collaborando con accreditati Ensemble di musica antica.

 

Monica Marighetto, sorella Discepola del Vangelo, ha conseguito i diplomi di Pianoforte; Musica Corale e Direzione di Coro; Composizione, presso il Conservatorio di Musica “A. Steffani” e la Licenza in Liturgia presso l’Istituto di Liturgia pastorale “Santa Giustina”. Svolge attività di formazione musicale e liturgica per la propria Comunità religiosa e presso l’Istituto diocesano di Musica Sacra. È direttrice dell’Ufficio liturgico diocesano.

 

Stefano Tempesta, presbitero della diocesi di Treviso. Dopo il baccalaureato in Teologia ha conseguito il diploma in Direzione di coro frequentando il Triennio al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia con il m° Marco Gemmani e il Biennio al Conservatorio “A. Steffani” con il m° Marco Berrini. Oltre all’attività pastorale in parrocchia, è vicedirettore dell’Istituto diocesano di Musica Sacra e collabora con l’Ufficio liturgico diocesano nella sezione Musica Sacra.

 

———————————–

Info: Fondazione Cassamarca Treviso – Dott.ssa Antonella Stelitano

Tel 0422-513103 – 327 7394022 – antonella.stelitano@fondazionecassamarca.it – Sito internet: www.fondazionecassamarca