CollaborazioniGenerazioni Future

7 Giugno 2024

3, 10 maggio, 7 giugno 2024, ore 18:00 – Chiesa di S. Croce, Treviso

Ingresso libero. Per informazioni 0422 513100

Iniziativa promossa da Fondazione Cassamarca in collaborazione con il Conservatorio di musica Benedetto Marcello di Venezia

CALENDARIO
Venerdì 3 maggio 2024
Recital su Organo Pietro Nacchini 1750
Sebastiano Franz, organo
Giovanni Battista Martini (1706 – 1784)
dalle Sonate d’Intavolatura per l’Organo e ‘l Cembalo (1742)
Sonata IV in do maggiore
Azzolino Bernardino della Ciaja (1671 – 1755)
dalle Sonate per Cembalo con alcuni Saggi ed altri contrapunti, Opera Quarta (1727)
Ricercari di tuoni misti
Gaetano Valeri (1760 – 1822)
dalle XII. Suonate per l’Organo, Opera Prima (1785)
Sonata XII, Fuga
Franz Joseph Haydn (1732 – 1809)
Divertimento in sol maggiore, Hob.XVI:11
Johann Christoph Friedrich Bach (1732 – 1795)
dalle Sechs leichte Sonaten (1785)
Sonata II in fa maggioreFerdinando Gasparo Turrini (1749 – 1812)
Fuga in do maggiore (I-Vnm, Fondo Canal Ms. 11353)
Sebastiano Franz Inizia lo studio del violino privatamente con Rosemary Graham e poi al Conservatorio B. Marcello con il M° B. Barutti. Si dedica successivamente allo studio del violino barocco terminando gli studi accademici di I livello nel 2022 sempre presso il Conservatorio di Venezia sotto la guida dei m° D. Amodio ed E. Parizzi.
Appassionato dal mondo dell’organo e delle tastiere storiche, approfondisce prima da autodidatta e poi durante il percorso accademico la pratica del basso continuo e dell’organo con i M° M. Aureli, G. Feltrin e F. Bravo.
Dal 2017 al 2020 è impegnato come violinista nell’ensemble cameristico Harmonia Prattica per l’allestimento di commedie musicali per il Teatro la Fenice di Venezia.
Come continuista borsista interno al Conservatorio B. Marcello, dal 2020 è accompagnatore e responsabile dell’accordatura e manutenzione di tutti i clavicembali del conservatorio. Collabora inoltre come accordatore presso Zanotto Strumenti.
Al momento è iscritto al corso biennale di Organo col M° M. Messori al Conservatorio di Venezia.

 


Venerdì 10 maggio 2024

Martina Cavalieri, pianoforte

Mattia Pilotto, violino

Beatrice Bortolin, violoncello

 

Johannes Brahms (1833-1897)

 

Sonata in mi minore op.38 per violoncello e pianoforte

Allegro non troppo –

Allegretto quasi Minuetto – Trio –

Allegro

Beatrice Bortolin, violoncello

Martina Cavalieri, pianoforte

 

Trio in do minore op.101 per pianoforte, violino e violoncello

Allegro energico –

Presto non assai – Andante grazioso –

Allegro molto

 

Il Trio si costituisce nel 2023, nella classe di musica da camera della M° L. Messinis del Conservatorio “B. Marcello” di Venezia. Ha frequentato masterclass di musica da camera con i M° Ivan Rabaglia e Oliver Kern.

 

Pilotto Mattia

Intraprende lo studio del violino presso le scuole medie a indirizzo musicale di San Fior (TV) sotto la guida del Mº Roberto Fantinel e del Mº Massimiliano Simonetto. Prosegue gli studi frequentando il liceo musicale di Conegliano, studiando con il Mº Marco Domenichelli e, nello stesso periodo, partecipa a masterclass estive con il Mº Michele Lot. Attualmente frequenta il Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, nella classe del Mº Carlo Lazari.

Importanti nel suo percorso di studio sono state le masterclass di Maestri quali Michele Lot, Dino Sossai, Giuseppe Gibboni, Giovanni Sollima e Oleksandr Semčuk, con i quali ha potuto approfondire molto musicalità e dinamiche dell’interpretazione. Di particolare ispirazione e formazione è stata la masterclass con il Mº Giovanni Sollima, con il quale ha potuto suonare da solista presso la Sala Concerti del Conservatorio B. Marcello di Venezia.

Ha partecipato a diversi concorsi come solista. Ha vinto il secondo premio al concorso musicale nazionale di Cittadella e il secondo premio al concorso nazionale “Premio Biasin” (sezione licei musicali) di Azzano Decimo. Con formazioni cameristiche come il Trio ha vinto il primo premio al concorso nazionale “Scuole in musica” a Verona.

Suona regolarmente in qualità di orchestrale, spesso ricoprendo il ruolo di violino di spalla, e da solista. Tra le orchestra cui partecipa vi sono: Orchestra giovanile dell’Accademia Santa Cecilia di Roma, Orchestra regionale dei licei musicali del Veneto, Orchestra giovanile Filarmonici Friulani, Orchestra SIO. Con queste ha avuto occasione di esibirsi nel territorio nazionale in molte prestigiose sedi, quali: Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro dal Verme di Milano, Teatro Olimpico di Vicenza, Teatro Nuovo Giovanni di Udine.

 

Bortolin Beatrice

Inizia lo studio del violoncello tramite il metodo Suzuki con Anna Campagnaro, che fonda e dirige l’orchestra giovanile di violoncelli “Tiroconlarco”, con la quale partecipa a diversi concorsi e concerti. E’ quindi allieva di Paolo Carraro, fino all’iscrizione al Conservatorio di Musica “Benedetto Marcello” a Venezia. Inizialmente studia con l’insegnante Stefano Cerrato e partecipa alle sue masterclass estive a Portogruaro tramite l’associazione musicale “Santa Cecilia”. Nel frattempo, frequenta anche le masterclass del Mº Angelo Zanin.

Nel 2023 ha suonato all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Ca’ Foscari al “Teatro Malibran” di Venezia con l’orchestra del Conservatorio Benedetto Marcello, e frequenta una masterclass di musica da camera con il maestro Amiram Ganz sempre presso il conservatorio. Nell’aprile dello stesso anno suona alle sale apollinee del teatro “La Fenice” di Venezia in collaborazione con “Musikamera” con l’ensamble di violoncelli della classe del maestro Angelo Zanin. Nel gennaio 2024 frequenta una masterclass con il maestro Giovanni Sollima presso il conservatorio Benedetto Marcello.

Attualmente è iscritta al Conservatorio “Benedetto Marcello” sotto la guida del Mº Angelo Zanin, e frequenta il corso di perfezionamento di musica da camera alla Scuola di musica di Fiesole con i maestri Alexander Lonquich, Bruno Canino, Trio Gaspard, Steffan Morris ed Erich Hoebarth.

Collabora con l’orchestra “Le Risonanze” nella provincia di Treviso.

 

Cavalieri Martina

Consegue con il massimo dei voti il diploma accademico di I livello in pianoforte al Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza nel 2022, sotto la guida della M° P. Del Giudice. Attualmente frequenta il biennio accademico di II livello in pianoforte al conservatorio “B. Marcello” di Venezia, sotto la guida del M° Olaf John Laneri.

Dal 2015 partecipa in qualità di allieva effettiva a svariate masterclass con Maestri quali: Nelson Delle Vigne Fabbri, Boaz Sharon, Michail Beroff, Antonio Galera Lopez, Marina Scalafiotti, Alessandro Marangoni e altri.

Nel luglio 2018 e 2021 e nell’aprile 2019 ha partecipato ai corsi del progetto ICPA, organizzati dalla “fondazione Bell’Arte” a Parigi e a Bruxelles.

Nel 2021 vince il primo premio assoluto al concorso “Musicarte” di città di Ozegna.

Si è esibita da solista e/o in formazioni cameristiche e orchestrali in sale quali: il Ridotto del Teatro Regio di Parma, l’Auditorium Paganini di Parma, il salone “Portoghesi” di Montecatini Terme (PT), il Foyer del Teatro Nuovo di Mirandola (MO), la Sala “Mozart” di Bologna, il castello sforzesco di Vigevano (PV), il palazzo Farnese di Piacenza, il Museo del ‘900 di Mestre (VE), il teatro “il piccolo” di Forlì (FC), l’università Cattolica di Milano e altri.

In veste di violoncellista ha partecipato insieme all’orchestra del Liceo Bertolucci a due produzioni per le stagioni “Regio Young” 2017 e 2018 al teatro Regio di Parma.

Ha eseguito ricerche di storiografia musicale riguardo il percorso scolastico di A. Toscanini in collaborazione con la Biblioteca Palatina e il Conservatorio A Boito di Parma, fungendo anche da guida alla visita dell’Archivio. In parallelo, frequenta il corso di laurea in filosofia, all’università ‘Ca Foscari di Venezia.


Venerdì 7 giugno 2024

Mattias Antonio Glavinic, pianoforte

 

Bach-Busoni

Chaconne

Dalla partita n. 2, arrangiamento per pianoforte

 

F. Mendelssohn

Variations sérieuses op. 54

 

F. Chopin

Andante spianato e Polonez op. 22

 

F. Liszt

Da Due studi da concerto

Waldesrauschen

 

Rapsodia ungherese n. 13

Andante sostenuto, Vivace, Presto assai

 

Mattias Antonio Glavinic ha tredici anni. È italo-croato e vive a Jesolo (VE). A cinque anni inizia a studiare pianoforte con la prof.ssa Eleonora Zanin. Attualmente frequenta il Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia nella classe del prof. Gianluigi Polli. All’età di dodici anni ha superato gli esami di pianoforte e piano e orchestra del triennio accademico con 30 e lode frequentando il corso per “Giovani talenti”. Per tre anni consecutivi ha vinto il “Premio Giol”, il concorso che premia i più meritevoli e talentuosi studenti del conservatorio. Quattro anni fa ha tenuto il suo primo recital da solista e il primo concerto con l’orchestra. Ha vinto più di trenta primi premi assoluti in concorsi nazionali e internazionali, tra i quali: “Piano Talents” di Milano, “Pozzolino” di Seregno, “J.S.Bach”di Sestri Levante, “Steinway&Sons” per Giovani Talenti, “Young Virtuoso” di Zagabria (Croazia), “Radovljica” (Slovenia), “Davorin Jenko” di Belgrado (Serbia), “Euregio Piano Award” (Germania) e “Frederic Chopin”di Bacau (Romania).Vincitore del Premio Internazionale Pianistico “A.Scriabin” Junior, del Super Premio di “Tadini International Piano Competition”e del Premio Grand Prix al Festival Internazionale dei Giovani Interpreti “I Colori del Barocco” di Mosca. Nel 2017 è stato scelto tra i sette pianisti che l’Associazione Pianofriends ha selezionato per Wunderkinder, concerto dedicato ai giovani pianisti nel contesto del Festival dell’Alto Adige nella prestigiosa sala Gustav Mahler a Dobbiaco, alla presenza del presidente della repubblica Sergio Mattarella. Ha tenuto recital al “Festival Galuppi” alle Sale Apolinee del Teatro La Fenice, al “Festival Musicale delle Nazioni” nel Teatro Marcello di Roma, al Festival “Corti, Chiese e Cortili” di Bologna, al Festival “Rovinj Art & More” in Croazia, al concerto in onore di Marija Trandafil – Ars e femmina nell’ambito di “Novi Sad Capitale Europea della Cultura 2022” (Serbia), alla rassegna musicale “Un fiume di note” a Polcenigo e al Castello Miramare di Trieste, dagli “Amici della musica Giorgio Vianello” di Bassano del Grappa, nel Teatro “Antonio Belloni” di Barlassina, al “Teatro degli Industri” di Grosseto, al Teatro Miela di Trieste e in altri teatri in Italia e all’estero. Si è esibito con l’Orchestra Antonio Vivaldi di Milano, con l’Orchestra Ferruccio Busoni di Trieste, con l’Orchestra Giovanile di Grosseto, con l’Orchestra Ferruccio Benvenuto Busoni di Empoli, con l’Orchestra del Conservatorio di Musica Benedetto Marcello di Venezia e con l’Orchestra dell’Opera b.b. di Zagabria (Croazia). Ha seguito masterclass tenute dai Maestri: Vincenzo Balzani, Roberto Plano, Boris Petrushansky, Giuseppe Andaloro, Yuri Bogdanov, Mihkel Poll e Hinko Haas.