1

Renato Miani

CODC/01 - Composizione
2

Contatti

Scrivi a Renato Miani:

    Renato Miani

    CODC/01 - Composizione

    Curriculum Vitae

    Renato Miani (Udine 1965), ha iniziato gli studi di composizione con Gino Michelazzi, proseguendo presso il Conservatorio di Udine, dove si è diplomato sotto la guida di Daniele Zanettovich. Ha seguito corsi di perfezionamento con Wofgang Rihm e Fabio Nieder.
    Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali, quali: Concorso Internazionale di Musica Sacra di Friburgo, Concorso Internazionale di Composizione per coro di Tolosa, Concorso Internazionale di Composizione Valentino Bucchi, Concorso Internazionale di Composizione Guido D’Arezzo, Concorso Internazionale di Composizione Franz Schubert, Wiener Sommer Seminar für neue Musik, Concorso Nazionale Franco Margola, Concorso Nazionale Rosolino Toscano.
    Selezionato per il Gaudeamus Prize di Amsterdam è stato inoltre segnalato al Concorso Mario Zafred di Roma, al Concorso di Composizione per Clarinetto di Perugia e al Vienna Modern Masters.
    I suoi lavori, spesso legati alla grande tradizione europea, ma anche disposti ad accogliere suggestioni del jazz, del rock e della canzone d’autore, sono stati eseguiti in diverse manifestazioni in Italia e all’estero, tra le quali: Festival Franz Schubert al Musikverein di Vienna, Stagione concertistica del Wiener Konzerthaus, Concerti della Technischen Universität di Vienna, Gaudeamus Music-Week di Amsterdam, November Music Days/Den Bosch, Deutsches Chorfest al Gewandhaus di Lipsia, Festival de Musique Sacreé de Fribourg, Concerti del Mozarteum di Salisburgo, Akzente al Konzerthaus di Klagenfurt; Expan - Werkstatt für neue Musik di Spittal, International Rewiew of Composers di Belgrado, Music for Poya School Festival/Taiwan, Stagione del Carya String Quartet/Houston, Entartes/Città del Messico; Stagione dell’ORT Orchestra Regionale Toscana, Festival Ex Novo - Venezia; Biennale di Venezia; Area Sismica/Forlì, ContempoPratoFestival, Anzio Festival, Festival Contemporanea/Udine, Stagione del Teatro Nuovo “Giovanni da Udine, Mittelfest di Cividale del Fruli, Associazione Chamber Music di Trieste, Associazione Musica Pura di Pordenone, Amici della musica di Mestre, Procembalo Festival…
    Ha collaborato con prestigiose orchestre, quali: Orchestra da Camera di Stoccolma (dir. Eric Ericson), ORT - Orchestra Regionale Toscana (dir. Thomas Gugges), Orpheus Kammerorchester Wien, Konzertvereinigung in WienerKonzerthaus (dir. Tiziano Duca), Mitteleuropa Orchestra e con l’Orchestra della Società Filarmonia (dir. Alfredo Barchi) e l’orchestra giovanile Filarmonici Friulani (dir. Ben Palmer, Walter Themel); formazioni cameristiche, come: I Virtuosi della Fenice, il Quartetto della Fenice, il Quartetto EOS, I Solisti dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, l’Ex-Novo Ensemble, il ContempoArtEnsemble, il Carya String Quartet, Mikrokosmos, Ensemble Kreativ, Musik-Fabrik Süd, Duo Ovocutter; e vocali: Schnittpunktvocal, Coro Polifonico di Ruda (dir. Fabiana Noro), Corus Viennensis, Coro della Radio Olandese, Coro del Friuli Venezia Giulia…

    E’autore di numerosi lavori teatrali, tra i quali spiccano le opere liriche Menocchio, su libretto di Francesca Tuscano, spettacolo di apertura di Mittelfest 2016 con la direzione di Eddi De Nadai e la regia di Ivan Stefanutti; e La notte di San Silvestro, sempre su libretto di Francesca Tuscano, spettacolo presentato per All’opera ragazzi 2018 di Pordenone con la direzione di Eddi De Nadai e la regia di Sonia Dorigo; e i melologhi: Selvaggio cresce il fiore della mia ira (di S. Rizzardi da Thomas Bernhard), Presunto inverno (di S. Rizzardi da Amedeo Giacomini per PordenoneLegge), Correre sul Filo (di Beatrice Bonato da F. Nietsche e P. Sloterdijk per il Premio Terzani/Vicino-Lontano), Voci (da Luciano Morandini) e Dì’ Speranza di Giuseppe e Alberto Bevilacqua.
    Ha realizzato le musiche di scena per lo spettacolo “Se vivrò, dovrò pure tornare” con la regia di Massimo Somaglino.
    Ha collaborato inoltre agli spettacoli di Giuseppe Tirelli: Oltre la notte e A forza di essere vento per la regia di C. de Maglio e Turoldo Vivo (con Fabio Turchini), per la regia di Giuliano Bonanni, presentati in molte località italiane.
    Sue composizioni sono state trasmesse da Rai3 e Rai/Radio3 da varie emittenti internazionali.E’ docente di Composizione al Conservatorio di Musica Benedetto Marcello di Venezia ed ha insegnato presso l’Università degli studi di Udine. E’ stato docente ospite al Mozarteum di Salisburgo.

    3