1

Cecilia Franchini

COMI/03 - Musica da Camera
2
Cecilia Franchini

Contatti

Scrivi a Cecilia Franchini:

    Cecilia Franchini

    COMI/03 - Musica da Camera

    Curriculum Vitae

    CECILIA FRANCHINI, figlia d'arte, si diploma in pianoforte a 17 anni, con il massimo dei voti e la lode, presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova. Comincia la sua attività artistica all’età di 10 anni, quando si distingue brillantemente come solista, ottenendo il 1° Premio assoluto in Concorsi Nazionali ed Internazionali (Bardolino, Stresa, Livorno, “Piano 80 St. Gallen” ecc.).
    All'eta' di 22 anni vince, con Concorso Ministeriale per Esami e Titoli, la cattedra di Musica da Camera, risultandone la piu' giovane insegnante di ruolo in Italia.
    Dal 1996 e' titolare della cattedra di Musica da Camera presso il Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia.
    Viene invitata a suonare in Italia e all'estero partecipando a Festival in Svizzera, Germania, Austria, Irlanda, Spagna, Lussemburgo, Repubblica Ceca, Turchia, Romania, Ungheria, Polonia, Australia, Cile, Argentina, Cina e Kazakhstan ed e' regolarmente invitata in commissione di concorsi internazionali. Ha registrato per la RAI, Radio Vaticana, emittenti private.
    Borsa di Studio a Saluzzo per frequentare i Corsi di Perfezionamento tenuti da A. Lonquich nel 1991, ottiene nel 1994 un’altra Borsa di Studio a Lussemburgo per seguire i Corsi Internazionali di E. Naumoff.
    Nel 1990 si perfeziona alla Scuola Superiore di Musica da Camera tenuta dal «Trio di Trieste» e nel 1993 si diploma con P. Masi all’Accademia Pianistica di Imola con la valutazione finale di «Eccellente» ed una Menzione Speciale di Merito che ne sottolinea la grande fantasia, la ricerca del suono, l’ottima fusione e la notevole preparazione strumentale.
    Nel 1996 consegue il Konzertdiplom alla Musik-Akademie di Basilea sotto la guida di P. Efler.
    Contemporaneamente all’attività solistica si dedica da sempre alla Musica da Camera con i fratelli, in formazione classica di «Trio» ed in «Duo» con il violoncello come “Duo Franchini”.
    Suona inoltre come “Duo Pisani” con Andrea Bressan, fagottista, per la Gioventu’ Musicale d’Italia e con Vincenzo Paci, primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro La Fenice, come “Duo Art’è ”, riscuotendo ampio consenso di pubblica e critica e vincendo il Premio Omizzolo nel 2003.
    Il suo interesse e la sua apertura verso nuovi ambiti culturali la portano a fondare nel 2003 il Simultaneo Ensemble, laboratorio di musica da camera per l'approfondimento e l'esecuzione del particolare repertorio veneziano, italiano ed internazionale. Sim (Simultaneo Ensemble) ha debuttato al Mozarteum di Salisburgo con musiche di Malipiero, Maderna, Ambrosini e Pasquotti e da 17 anni si impegna a valorizzare diversi repertori e compositori – dalle monografie su Messiaen (2005), Dalla Vecchia (2010), Debussy (2012), al progetto Note venete: opere cameristiche delle scuole di composizione nei conservatori del Veneto (2011) fino ai piu’ recenti Britten, Hindemith e Poulenc nel rapporto con la storia (2013) e “In principio era il Lied” (2014), “Le Metamorfosi della musica russa” (2015), "La Musica nella Grande Guerra"(2016), “Suoni dall'Est” (2017),"Le radici della contemporaneita' e la Grande Guerra” (2018), fino a “Venezia respira (2019). Un ciclo di 20 concerti nelle sette sedi dei Conservatori del Veneto e dei sette Licei Musicali che coinvolge più' di 200 studenti e 50 docenti rappresentando il piu' ampio progetto cameristico a livello regionale. E' patrocinato dal Consorzio dei Conservatori del Veneto ed ha ottenuto finanziamenti dalla Regione Veneto.
    Collabora, dall'estate 2015, col Campus delle Arti di Bassano come assistente di K. Bogino ai corsi di perfezionamento di musica da camera e dal 2018 con l'Associazione Culturale “Paolina Paulon”, curandone la programmazione artistica con progetti per la promozione concertistica sul territorio, che coinvolgono studenti dei Conservatori del Veneto e giovani musicisti che si affacciano sul mondo del lavoro,
    Nel 2005 ha terminato la formazione in Espressione Corporea con Susanne Martinet, fondando successivamente “La Musica del Corpo”, associazione di espressione corporea di cui e’stata presidente fino al 2011.
    Conclude con lode nel 2010 il Biennio di Specializzazione in Musicoterapia al Conservatorio di Verona con la tesi “Vita InCanto”, che l'ha vista impegnata nella ricerca su musicoterapia in gravidanza e travaglio di parto. Collabora con istituzioni di diverso ordine e grado esplorando lo stretto rapporto fra musica e spiritualita' attraverso laboratori musicali che propongono prassi meditative unite ad espressione corporea e musicoterapia, utilizzando anche la Klangschale Therapie secondo il metodo di Peter Hess®

    3