Fondo Giustinian

Presentazione

Nel 1949, per iniziativa del direttore dell’istituto Gianfrancesco Malipiero e del conte Alvise Giustinani, la biblioteca acquisì il Fondo Giustiniani, la ricca raccolta musicale appartenuta ai Giustiniani Recanati o ‘delle Zattere’, una rappresentativa famiglia dell’aristocrazia veneziana. Il Fondo rispecchia ad ampio spettro la varietà di repertori praticati in città tra Settecento e primo Ottocento. Musiche teatrali (partiture complete e arie staccate: sullo scorcio del Settecento i Giustiniani ebbero in gestione il teatro S. Moisè, sino ad allora in mano ad altri membri della famiglia); musiche da tasto, cameristiche e vocali destinate all’intrattenimento in contesti privati e accademici; musiche sacre da riferire soprattutto ai maestri attivi in San Marco, in altre chiese e nei quattro Ospedali veneziani; squarci o copie integrali di trattazioni teorico musicali di uso didattico. Grande parte dei materiali (672 manoscritti e 60 edizioni a stampa) sono stati censiti dal catalogo a stampa curato da Maria Giovanna Miggiani (Firenze, Olschki, 1990), ma di recente è emerso nei depositi un altro nutrito lotto di musiche e scritti teorici sfuggiti alla catalogazione (376 tra manoscritti e stampe), comprendenti tra l’altro oltre 70 autografi di Girolamo Pera (1691-1771). Tali materiali sono stati di recente catalogati.

Nell’immagine: Suonata per piano, e forte, con violino, per uso della nob.e dammina Paolina Zustinian, Fondo Giustinian, b. 52.41

DOCUMENTI CONSULTABILI
In allestimento